Borgo Priolo

Pernigotti, un mese in più per advisor

Slitta di un mese il termine relativo alla richiesta di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria per i 100 dipendenti della Pernigotti di Novi Ligure. La decisione è stata presa al termine del confronto di oggi al Mise "per dare la possibilità̀all'advisor incaricato - spiega l'azienda - di valutare concretamente le proposte finora pervenute". Le Parti torneranno a incontrarsi martedì̀5 febbraio. Un rinvio che non soddisfa i lavoratori, in sciopero e presidio permanente dallo scorso 6 novembre, che rinnovano l'appello alla proprietà turca perché ceda il marchio, ipotesi auspicata anche da sindacati e istituzioni locali. Il destino della storica azienda dolciaria, e dei suoi cento dipendenti, resta dunque appeso ad un filo. "E' ridicolo che la proprietà abbia mandato al tavolo i suoi avvocati. Il confronto deve essere con I Toksoz", afferma Luca Patelli, portavoce dei lavoratori che restano senza stipendio. "Per noi si fa sempre più difficile - conclude - ma stringiamo i denti e andiamo avanti".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie